L'installazione di un impianto di riscaldamento a pavimento deve essere effettuata solo da personale specializzato

Installazione riscaldamento a pavimento

Rating: 4.5. From 8 votes.
Please wait...

I più moderni impianti di riscaldamento a pavimento sono ormai caratterizzati da un’elevata efficienza, da alti livelli di resa e, soprattutto, da una grande facilità di posa e installazione.

 

Ad ogni modo la messa in opera di un pavimento radiante, che possa efficacemente aiutare a conseguire un risparmio energetico, potrà essere svolta solo da personale qualificato che sia in grado di garantire alti standard di attenzione e professionalità.

Proprio per questa ragione sarà sempre opportuno richiedere più preventivi a differenti imprese installatrici: solo in questo modo sarà possibile valutare e confrontare la bontà e l’efficacia delle varie soluzioni proposte.

 

Installazione riscaldamento a pavimento: le operazioni preliminari

Prima di procedere con l’installazione di un impianto di riscaldamento a pavimento, sarà necessario verificare che gli impianti elettrico ed idraulico siano stati completati e che siano perfettamente funzionanti.

Ancor prima di passare alla fase operativa dell’installazione sarà fondamentale individuare la posizione in cui dovrà essere collocata la cassetta collettore in modo tale che:

  • possa contenere un eventuale kit di miscelazione,
  • sia in una posizione centrale rispetto alle superfici che devono essere riscaldate .

La cassetta collettore è un elemento essenziale di ogni riscaldamento a pavimento

Installazione riscaldamento a pavimento: la predisposizione della base di supporto

E’ necessario che la messa in posa dell’impianto sia preceduta dalla realizzazione di una caldana di supporto e dall’intonacatura delle pareti.

Quindi, sulle superfici a contatto diretto con il terreno dovrà essere stesa una pellicola antiumidità in polietilene. Questi film vengono semplicemente srotolati e sigillati fra loro con materiale adesivo, di modo che l’umidità presente nel sottosuolo non possa penetrare negli ambienti riscaldati.

A questo punto, su tutte le pareti verticali, deve essere applicata una fascia perimetrale avente lo scopo di assorbire e contenere le dilatazioni del pavimento. Questi movimenti del pavimento avvengono quando l’impianto è messo in funzione e le serpentine riscaldano il cemento.

Una volta che l’installazione dell’impianto di riscaldamento a pavimento sarà completata, i bordi di questa fascia perimetrale potranno essere nascosti dai battiscopa.

 

Installazione riscaldamento a pavimento: pannelli isolanti e serpentine riscaldanti

Elemento fondamentale di un impianto di riscaldamento radiante sono i pannelli isolanti, che devono essere posati al di sopra della pellicola isolante in polietilene, e che hanno la funzione di:

  • ridurre notevolmente le perdite energetiche verso il basso, in modo che sia possibile un efficace risparmio energetico;
  • fungere da base e supporto per la posa delle serpentine radianti;
  • ridurre la quantità di calcestruzzo impiegato per la realizzazione dell’impianto;
  • consentire all’impianto di avere rapidi tempi di risposta.

Si deve tener presente che, la qualità di un impianto di riscaldamento a pavimento, viene definita proprio in base alla capacità dei pannelli installati di resistere alle forze di compressione.

Un altro elemento essenziale di qualsiasi sistema di riscaldamento a pavimento sono le serpentine riscaldanti, che possono essere realizzate con diversi materiali fra cui il rame o reticolati multistrato in alluminio e polietilene.

Essendo l’elemento a più diretto contatto con il liquido scaldante, si deve prestare particolare attenzione a che siano installate serpentine che rispettino tutti i requisiti imposti dalla legge e dagli standard di qualità imposti dai più principali enti di omologazione internazionali.

Pertanto, le serpentine che si andranno ad installare a servizio dell’impianto dovranno avere caratteristiche tali da garantire ottime prestazioni in termini di prestazioni termomeccaniche, resa termica e impermeabilità all’ossigeno

Anche l’installazione delle serpentine di un impianto di riscaldamento a pavimento risulta particolarmente agevole e semplice: di solito non è più necessario dover usare delle clip di ancoraggio, dal momento che il circuito radiante viene creato semplicemente incastrando i tubi all’interno di guide intagliate negli stessi pannelli isolanti.

l'installazione delle serpentine è uno dei passaggi fondamentali per la realizzazione di un impianto di riscaldamento a pavimento.

Installazione riscaldamento a pavimento: la posa del massetto

Una volta che il percorso del circuito dei tubi radianti sia stato completato, si dovrà procedere con la posa di una rete elettrosaldata avente lo scopo di evitare che si formino delle fessurazioni (causate naturalmente dai movimenti di dilatazione e contrazioni dovuti alle escursioni termiche) all’interno della soletta di calcestruzzo.

Terminata questa fase, l’installazione di un riscaldamento a pavimento procede con la realizzazione del massetto in calcestruzzo il quale deve assicurare la completa copertura delle serpentine: solo in questo modo potrà avvenire quello scambio termico essenziale per il riscaldamento dell’ambiente.

Completata la posa del massetto dovrete prestare attenzione a che gli installatori lo mettano “a temperatura” tramite la procedura dello shock termico. Solo eseguita questa prova il massetto potrà essere ricoperto dal rivestimento che più si desidera come marmo, cotto, ceramica o legno.

A questo punto non rimarrà che procedere con le opere di rifinitura come la rimozione della fascia perimetrale in eccesso (solitamente eseguita con un comunissimo taglierino) e la chiusura della cassetta del collettore.

Inoltre, un’impresa seria, considererà completata l’installazione di un impianto di riscaldamento a pavimento solo dopo aver effettuato la prova di primo avviamento secondo le modalità previste dalla norma UNI EN 1264-4.

Il massetto in calcestruzzo a copertura di un riscaldamento a pavimento deve essere sottoposto a shock termico.

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>