Costo

Rating: 3.8. From 24 votes.
Please wait...

Il riscaldamento a pavimento (il cui costo, abbiamo visto, potrebbe essere considerato uno dei suo maggiori difetti, anche se è possibile risparmiare confrontando preventivi) rappresenta il nuovo sistema di riscaldamento, adottato principalmente nelle nuove costruzioni, ma facilmente installabile anche nelle vecchie costruzioni.

Impianto-riscaldamento-a-pavimento
Si tratta di un sistema di riscaldamento che venne adottato anche negli anni Cinquanta e Sessanta, ma che fu successivamente abbandonato a causa delle conseguenze che portava all’organismo umano: il calore eccessivo proveniente dal pavimento provocava frequenti mal di testa, gonfiore ai piedi e altri problemi, causati soprattutto dalla cattiva qualità dei materiali e da una tecnologia ancora sconosciuta che così spostò l’attenzione verso il sistema di riscaldamento tradizionale, ovvero quello basato sull’utilizzo dei termosifoni che diffondono il calore per convezione.

Oggi il riscaldamento a pavimento ritorna ad essere protagonista, grazie ai numerosi vantaggi che offre agli utenti: tra i tanti ritroviamo sicuramente un maggior comfort abitativo legato ad una più equa distribuzione del calore nell’ambiente domestico che avviene grazie ad una diffusione del calore per irraggiamento, la possibilità di avere più spazio a disposizione per gli arredamenti e gli spostamenti e anche una maggiore libertà nella scelta della pavimentazione, un maggior benessere legato non solo ad un calore meglio distribuito, ma anche all’assenza di muffe, polveri e umidità che possono portare all’insorgenza di allergie.

Ma nonostante i numerosi vantaggi di questo sistema di riscaldamento, ci sono anche degli svantaggi. Tra questi vi è sicuramente il prezzo dell’impianto.
In effetti, i costi iniziali che bisogna sopportare sono piuttosto alti. Ciò deriva principalmente dalla presenza di diverse componenti dell’impianto (come tubazioni, pannelli isolanti, massetto, caldaia, collettori) e anche dalla maggiore attenzione che gli installatori applicano nell’organizzazione dell’intero impianto, aspetto molto importante per l’efficacia del riscaldamento a pavimento.

Ecco una video giuda che spiega nel dettaglio come viene realizzata la posa di un  impianto di riscaldamento a pavimento.

I prezzi da sostenere per la realizzazione di un impianto del genere dipendono da diversi fattori, dipendenti in modo particolare dalla tipologia e dalla qualità della struttura stessa.

Confrontando più preventivi e valutando le differenti offerte ricevute dalle aziende specializzate della vostra zona troverete facilmente la miglior soluzione.

aziende-riscaldamento-a-pavimento

Preventivi riscaldamento a pavimento

Male hands using calculator_toneQuali sono i fattori che bisogna considerare per il calcolo dei prezzi ?

 

 

  • Le componenti da inserire nel pavimento e la caldaia: come abbiamo già detto, il sistema di riscaldamento a pavimento è costituito da diversi elementi che devono possedere una certa qualità affinché l’impianto risulti efficace e duraturo;

 

  • La dispersione dell’edificio: più un edificio è disperso (per esempio la presenza di più piani), più sarà la spesa per acquistare il materiale da installare. In caso contrario, infatti, oltre ad un riscaldamento dell’ambiente più rapido, si avrà anche un risparmio nell’acquisto dell’intero impianto;

 

  • Il costo della manodopera e di eventuali demolizioni che dovranno avere luogo nel caso di un’abitazione esistente o che necessita di una ristrutturazione;

 

  • La posizione dell’abitazione: c’è una differenza tra Nord e Sud dell’Italia; infatti, pare che nel Nord il costo per i materiali e per la manodopera sia del 15-20% superiore a quello che si sopporterebbe al Sud. E’ importante anche la presenza, nelle vicinanze della vostra abitazione, di ditte o installatori specializzati nella realizzazione degli impianti di riscaldamento a pavimento.

Da questi dati si può facilmente capire che il costo di installazione di un impianto di riscaldamento a pavimento non è fisso, ma varia a seconda della presenza o meno di alcuni fattori.

Ecco alcuni esempi di prezzo per un impianto di riscaldamento a pavimento.

Prezzi realizzazione impianto riscaldamento a pavimento (a mq)

Da A
Realizzazione impianto riscaldamento a pavimento (chiavi in mano a mq) 60,00 € 110,00 €
Installazione impianto riscaldamento a pavimento (manodopera a mq) 15,00 € 40,00 €
Tubo per riscaldamento a pavimento in polietilene (100 metri lineari) 80,99 € 175,00 €
Pannello isolante riscaldamento a pavimento Standard – H 82 mm (a mq) 24,20 € 37,77 €

Sostanzialmente, per un’abitazione di 100 mq circa il costo varia dai 60 € ai 110 € a metro quadro, comprensivi del costo non solo per i materiali e per la caldaia, ma anche per la manodopera e altri oneri.

Questo ci fa capire che i costi sono circa il 60% più alti di quelli che si sostengono per un impianto di riscaldamento tradizionale, ma è importante tenere a mente anche il fatto che questi costi vengano ammortizzati nel corso degli anni: in effetti, con un impianto di riscaldamento a pavimento ci sarà un minor consumo di energia (pari a quasi al 20% in meno di energia primaria) e inoltre vi è la possibilità di utilizzare energie rinnovabili che rendono ancora più vantaggioso ed economico un impianto del genere.

Da un calcolo veloce risulta che il risparmio complessivo si aggiri intorno al 30-40%.

Molto variabile il prezzo di un riscaldamento a pavimento

Il costo del riscaldamento a pavimento è molto variabile

Se credete che comunque i prezzi  siano eccessivi, sappiate che la Legge Finanziaria ha previsto degli incentivi fiscali: si tratta di una detrazione del 55% delle spese sostenute per la riqualificazione energetica degli edifici esistenti. In particolare sono detraibili quelle spese sostenute per l’acquisto dei prodotti, la messa in opera dei prodotti stessi (smontaggio e montaggio, lavori edili, idraulici e di altro tipo), le spese sostenute per ottenere l’incentivo fiscale.
Possono richiedere la detrazione fiscale del 55% sia i privati che  i professionisti, le società di persone e di capitali, le associazioni di professionisti, i condomini per gli interventi sulle parti comuni e anche i singoli inquilini.

Costo riscaldamento a pavimento: come risparmiare

E’ innegabile che l’investimento iniziale da prevedere per un impianto di riscaldamento a pavimento, sia superiore a quello di un impianto di riscaldamento tradizionale. Però la possibilità di risparmiare importanti cifre si concretizza nel momento in cui ogni anno, durante i mesi invernali si risparmia un buon 20% di energia primaria. Inoltre, l’impianto di riscaldamento a pavimento può anche essere abbinato ed integrato a differenti fonti di energia, come i pannelli solari o fotovoltaici, i quali possono di rendere ancor più economico e conveniente un impianto di questo genere: essi possono infatti arrivare ad aumentare il risparmio del 40% rispetto ad un impianto tradizionale.

Inoltre, è possibile risparmiare confrontando i prezzi e le marche degli elementi componenti (ad esempio, per quanto riguarda la caldaia, è bene tenere presente che a parità di potenza, vi è un consistente range di spesa secondo il marchio ed il modello da scegliere).

Lo stesso discorso vale anche per le tubature da inserire a pavimento, con i vari collettori ed i cronotermostati…quindi è sempre bene informarsi adeguatamente sui prezzi.

 

ecobonus riscaldamento a pavimento

Ecobonus Riscaldamento a Pavimento

Occorre comunque tener conto che oggi, per questa tipologia di opere è ancora possibile risparmiare sfruttando gli incentivi fiscali concessi dallo Stato: si può infatti scegliere la detrazione della metà delle spese sostenute, oppure si può optare per l’Ecobonus, che alza l’aliquota ammessa al recupero fino al 65%.

 

Questo significa che una buona parte della cifra sostenuta per far eseguire l’opera, potrà essere recuperata nei 10 anni successivi con la detrazione dall’Irpef.

Bisogna anche ricordare che per avere la possibilità di risparmiare sul costo dell’intervento, è ovviamente necessario rivolgersi solo a ditte serie e specializzate in questo settore, in grado di garantire personale altamente preparato ed esperto. Si potranno così facilmente evitare eventuali e costosi interventi di riparazione dei danni causati da lavori eseguiti da mani poco esperte! Infine, è sempre bene richiedere dei preventivi gratuiti a più ditte, esaminandoli attentamente e confrontandoli. Si potranno così valutare tutti i vari costi per poi effettuare con calma la scelta dell’azienda a cui affidare l’incarico.

 

29 pensieri su “Costo

  1. Manuela

    Buongiorno, qualcuno sa dirmi se possibile avere un impianto a pavimento in una palazzina dove è presente un centralizzato e 4 abitazioni autonome? Considerando che ho scoperto che oltre le 5 unità abitative per legge non è più possibile avere un autonomo è possibile un impianto a pavimento associato ad un centralizzato o deve essere assolutamente autonomo..la caldaia nell’autonomo è rumorosa o non si sente? Io dovrei riscaldare 50 metri quadri..grazie in anticipo

    No votes yet.
    Please wait...
    Replica
    1. Riscaldamento-a-Pavimento.com Autore articolo

      Salve Manuela, la caldaia nell’impianto autonomo è silenziosa o non a seconda della caldaia che installerai. Per quanto riguarda la possibilità di disconnetterti dall’impianto centralizzato, questa va fatta analizzare da un tecnico edile che ne verifica la fattibilità.
      Ti consiglio, se ne avessi bisogno, di chiedere direttamente una consulenza/preventivo su Edilnet e così, con un tecnico specializzato, potrai analizzare tutto il da farsi.
      Saluti

      No votes yet.
      Please wait...
      Replica
  2. Mino

    Buonasera. Vorrei sapere il costo di installazione di un impianto a pavimento per il caldo in una casa nuova di 100mq.
    È possibile usufruire della detrazione del 55%?
    Considerate che la caldaia a condensazione ed il pannello solare è fornita dall’impresa.
    Dovrei pagare il materiale e la posa scalcolando il materiale e la posa dell’impianto tradizionale a capitolato. Grazie

    Rating: 3.0. From 2 votes.
    Please wait...
    Replica
    1. admin Autore articolo

      Salve Mino – Per avere il costo esatto di un impianto a pavimento per il caldo in una casa nuova di 100 mq puoi inoltrare la richiesta di preventivo, seguendo il link che trovi alla fine dell’articolo. Una o più aziende specializzate della tua zona, ti invieranno un preventivo personalizzato gratuito e senza nessun impegno.
      Un saluto

      Rating: 5.0. From 1 vote.
      Please wait...
      Replica
  3. Alessandro

    Per impianti con pannelli lisci e a barre 2€ in più al mq, questo perché ci si impiega maggior tempo per realizzare la posa.

    Rating: 4.0. From 3 votes.
    Please wait...
    Replica
    1. Gabriel Lazzarini

      ciao Alessandro, in che zona lavori?

      Rating: 5.0. From 1 vote.
      Please wait...
      Replica
    2. massimo

      Sì è per quello

      Rating: 5.0. From 1 vote.
      Please wait...
      Replica
  4. Alessandro

    Si è possibile farlo sopra, basta poi fare delle modifiche alle porte e ai livelli e poi mettere dei giunti dilatatori ogni massimo 30mq

    Rating: 2.3. From 3 votes.
    Please wait...
    Replica
  5. Alessandro

    Salve io sono un posatore di impianti di riscaldamento a pavimento con 22 anni di esperienza in tutta Italia.
    Posa con pannelli bugnati 7€ al mq x il civile(case/appartamenti)
    5,5€ al mq x l’industriale (capannoni)
    Con materiale 70€ in più al mq
    Alessandro

    Rating: 3.8. From 10 votes.
    Please wait...
    Replica
    1. Gaetano

      Io ho un riscaldamento a pavimento nuovo ancora in scatolato marca acquatecnik per 100 mq. …il materiale è stato comprato e mai utilizzato. …perché alla fine il cliente ha scelto di fare un altro tipo di impianto…..se ti interessa lo vendo al 50% al prezzo di oggi. La mia email è gaetano………….@Gmail. Com…. con possibilità di fatturare

      Rating: 2.7. From 3 votes.
      Please wait...
      Replica
      1. Daniele

        Ciao ho letto solo ora il tuo commento,ti chiedevo se è ancora disponibile ed eventualmente se mi puoi contattare

        Rating: 3.0. From 2 votes.
        Please wait...
        Replica
      2. gio

        SALVE CE L’HA ANCORA?

        Rating: 4.5. From 2 votes.
        Please wait...
        Replica
      3. marika

        Mi interesserebbe il materiale. A quanto lo fai?

        Rating: 3.0. From 2 votes.
        Please wait...
        Replica
  6. Patrizia

    E’ da valutare che il riscaldamento a pavimento fa risparmiare energia. Il risparmio dipende dall’isolamento termico della casa. La caldaia a condensazione rende di più ma al massimo si risparmia il 5%.

    Rating: 3.8. From 5 votes.
    Please wait...
    Replica
    1. Marco

      Questo non è proprio corretto.

      Innanzitutto va considerato che la sensazione di caldo o freddo non deriva dalla temperatura ambientale ma pensì dalla temperatura operativa che è funzione sia di quella ambientale che della temperatura media radiante. Quest’ultima è influenzata dalla temperatura dei corpi scaldanti ma anche e soprattutto dalla distanza con gli stessi e dalla loro superficie. Ed è qui che vince il radiante. Se parliamo in termini di parità di confort termico è possibile ottenerlo con 2 gradi in meno di temperatura ambiente rispetto ai radiatori. Inoltre vi è il risparmio stesso della condensazione per gli impianti a bassa temperatura che è già di per se superiore al 5%. In ultima analisi c’è da dire che le moderne caldaie a condensazione hanno delle sonde esterne per cui è possibile modificare la temperatura di mandata e potenza (possono arriva a lavorare ad 1/10 della potenza massima) in funzione della temperatura esterna (più difficile e limitata coi radiatori) aumentando ancora il rendimento .
      Unendo queste cose si ottiene un risparmio BEN superiore a quel famoso 5% che lei legge sulle targhette del rendimento (che poi è comunque superiore). Concordo che una condensazione su un impianto a radiatori concorra per un risparmio assai più limitato.

      Rating: 3.7. From 3 votes.
      Please wait...
      Replica
  7. massimiliano

    buongiorno mi potreste dire il prezzo del riscaldamento a pavimento per un appartamento di 220 metri quadrati su 2 livelli
    nell’attesa di una vostra cordiale risposta vi auguro buon lavoro

    Rating: 3.2. From 18 votes.
    Please wait...
    Replica
  8. Daniele

    Buongiorno, avrei anche un’altra domanda :
    Su una casa da ristrutturare si può piazzare sopra il vecchio pavimento con sotto il riscaldamento un nuovo pavimento? Ossia: Riscaldamento a Pavimento, vecchio Pavimento e sopra nuovo pavimento.
    Grazie e cordiali saluti, Daniele

    Rating: 3.9. From 22 votes.
    Please wait...
    Replica
  9. Giuseppe

    Buongiorno
    Con la presente si richiede un preventivo per l’acquisto di 3 radiatori in verticale per impianto riscaldamento a pavimento.
    I tre radiatori devono scaldare 70 mq

    Va….a G…….e
    3………9

    Rating: 3.0. From 5 votes.
    Please wait...
    Replica
  10. posticA

    Salve! vorrei sapere quanto costa, compreso dei materiali e anche il lavoro per più meno 40 mq al piano terra. Noi siamo in provincia di Udine!grazie

    Rating: 3.7. From 16 votes.
    Please wait...
    Replica
  11. Zaverio Tignonsini

    Sono d’accordo il riscaldamento a pavimento per me e’ il meglio che si possa avere incluso il raffrescamento per l’estate

    Rating: 5.0. From 3 votes.
    Please wait...
    Replica
  12. nicola triglia

    Molto chiaro, comprensibile anche a chi non è addetto ai lavori.
    Grazie, Nicola Triglia

    Rating: 3.8. From 10 votes.
    Please wait...
    Replica
  13. Moreno Bellisi

    Gli impianti di riscaldamento a pavimento generano campi elettromagnetici nocivi alla salute ?

    Rating: 3.0. From 24 votes.
    Please wait...
    Replica
  14. Claudio Focante

    Vorrei sapere: Su una casa da ristrutturare si può piazzare il riscaldamento a pavimento sopra il vecchio pavimento? i costi cambierebbero? Parliamo di un appartamento di circa 90 m/2.

    Rating: 3.3. From 41 votes.
    Please wait...
    Replica
  15. irene

    Ho acquistato la prima casa ma l’impianto termico e quello elettrico sono pessime. L’immobile è di 50mq e corre poter avere un preventivo. Immagino le spese siano altissime. Avrei bisogno di un consulto. Grazie

    Rating: 3.4. From 17 votes.
    Please wait...
    Replica
    1. vigo rossi (tecnico)

      50 mq ( per quanto riguarda l’impianto idraulico e di riscaldamento , compresa nuova caldaia a condensazione, si aggira più o meno sulle 10 / 12 mila euro ( tutto nuovo ) idrico termico scarichi gas , escluse porcellane e rubinetterie. Che sono a gusti del proprietario.

      Rating: 3.6. From 10 votes.
      Please wait...
      Replica
  16. cosmin epuraru

    E dove e possibile fare la domanda per la detrazione
    io sto per comprare casa vecchia da ristrutturare e pensavo di fare un bel impianto di riscaldamento a pavimento.

    Rating: 4.0. From 20 votes.
    Please wait...
    Replica
  17. romeo claudio

    Salve vorrei sapere se per la detrazione fiscale di tale tipo di riscaldamento e previsto pure per le nuove costruzioni.

    Rating: 3.8. From 28 votes.
    Please wait...
    Replica
  18. Cristian

    Salve, potrei sapere indicativamente il costo di installazione del riscaldamento a pavimento in una villetta del 2005 (cl. energetica C o D) di 210 mq (provvista di radiatori a parete)? Costo escluso la posa della pavimentazione. Tale intervento di ristrutturazione gode anche per quest’anno della detrazione fiscale del 55%?. Grazie

    Rating: 3.6. From 61 votes.
    Please wait...
    Replica
    1. admin Autore articolo

      Salve Signor Cristian: le consiglio di chiedere un preventivo online direttamente dal nostro sito web e potrà fare direttamente queste domande ad un’azienda della sua zona.

      Rating: 1.0. From 2 votes.
      Please wait...
      Replica

Rispondi a Daniele Annulla risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>